Ciao,
vorrei sapere come poter deframmentare un HDD esterno, già usato con Windows, con Kubuntu.
O se esiste un programma di gestione, tipo Easy Recovery, per HDD.

Grazie mille a tutti

chiesto 19 Dic '13, 10:33

MaxFerry's gravatar image

MaxFerry
20113

modificato 01 Gen '14, 01:50

enzotib's gravatar image

enzotib ♦♦
14.0k112186


Copiando una risposta di askubuntu.com, segnalo che esiste un tool di nome shake che permette di deframmentare, pare, qualsiasi tipo di filesystem o semplicemente i file contenuti in una directory, immagino con una tecnica simile a quella suggerita da @ilgallinetta, ma senza necessità di usare storage supplementare.

Per installarlo:

sudo add-apt-repository ppa:un-brice/ppa
sudo apt-get update
sudo apt-get install shake-fs

Per usarlo:

sudo shake /some/dir
coll. permanente

ha risposto 21 Dic '13, 20:13

enzotib's gravatar image

enzotib ♦♦
14.0k112186

@enzotib, ottimo. Certo che prima di usarlo su un HD da 1TB, se possibile è meglio fare prima qualche prova su un altro disco. Anche per giudicare i tempi.

(22 Dic '13, 16:39) enzoge enzoge's gravatar image

In Linux il defrag non esiste perché non è necessario guarda qui.

Se invece devi deframmentare un disco che hai usato con Windows non avendo più Windows, ma avendo un altro supporto collegato, con spazio sufficiente per usarlo come supporto di appoggio puoi:

  1. copiare il contenuto del disco esterno sul supporto di appoggio
  2. cancellare o riformattare il disco esterno
  3. riportare sul disco esterno i file che hai messo sul supporto di appoggio

Così facendo te lo ritroverai perfettamente ordinato e probabilmente farai anche prima.

coll. permanente

ha risposto 19 Dic '13, 11:14

enzoge's gravatar image

enzoge
4.7k253987

modificato 19 Dic '13, 11:30

1

@ilgallinetta: non è esattamente così: è vero che non è necessario, però esiste: vedi e4defrag.

(19 Dic '13, 11:35) enzotib ♦♦ enzotib's gravatar image

@enzotib, ciao e grazie per l'informazione. Pensavo servisse solo per le ext4 quando occupano più dell'80 % dello spazio, non sapevo funzionasse anche su altri fs. In ogni caso, anche se non serve a una ..., è sbagliato dire che non esiste.

(19 Dic '13, 12:04) enzoge enzoge's gravatar image

@ilgallinetta: non fraintendere, e4defrag è solo per ext4

(19 Dic '13, 12:05) enzotib ♦♦ enzotib's gravatar image

@enzotib, si spesso si cade in errore perché nelle domande diamo tutti poche indicazioni sull'impianto e sull' S.O

(19 Dic '13, 12:17) enzoge enzoge's gravatar image

grazie per le celeri risposte.. @ilgallinetta: speravo di evitare in passaggio di file da un hdd d 1TB ad un'altro. @enzotib: grazie spero di riuscire a velocizzare il mio hdd esterno.

se nn sono stato chiaro mi spiace cercherò di essere più specifico..

(19 Dic '13, 13:05) MaxFerry MaxFerry's gravatar image

@MaxFerry: parlavo in generale, non sei stato poco chiaro. Avevo capito benissimo che avevi da ricompattare un HD Windows, solo che fra il fatto che il defrag in Linux serve solo in certi casi(occupazione > 80%) e solo su ext4, erroneamente ho affermato che non esiste.

Ora ti chiedo di accettare la risposta, selezionando il segno di spunta alla sua sinistra, in modo che altri vedendone la giustezza, possano usufruirne.

(19 Dic '13, 13:30) enzoge enzoge's gravatar image

@ilgallinetta: In realtà quanto scritto in quella pagina linkata è molto, molto e ancora molto impreciso.

Su Linux con NTFS o FAT, la frammentazione esiste ed eccome!

È su file system ext* che è ridotta all'osso.

La proprietà di frammentare o meno non dipende dal sistema operativo, ma dal tipo di partizione.

Per mantenere il paragone, dipende dal tipo di armadio ;)

@MaxFerry: Essendo il disco in questione NTFS o FAT (gli unici che Windows legge), può gestito e deframmentarlo esclusivamente da Windows, perché sono proprietari Microsoft e non vogliono che vengano gestiti da altri sistemi.

(21 Dic '13, 19:11) dadexix86 ♦♦ dadexix86's gravatar image

@dadexix86, concordi quindi sul fatto che se non hai Windows, si deve fare come ho indicato nella risposta. Altri suggerimenti???

Per il defrag su Linux abbiamo oppinioni diverse, io sono convinto che il S.O. (anche in ext4) possa farne a meno a condizione di non riempire troppo il disco, circa l'80 % soglia oltre la quale devi farlo in quanto, correggimi se sbaglio, ad ogni ripartenza ti verrebbe la barba lunga da quanto dovresti aspettare.

(21 Dic '13, 19:28) enzoge enzoge's gravatar image
La tua risposta
abilita/disabilita anteprima

Segui questa domanda

Via email:

Una volta eseguito l'accesso potrai iscriverti a tutti gli aggiornamenti qui

Via RSS:

Risposte

Risposte e commenti

Basi di markdown

  • *corsivo* o __corsivo__
  • **grassetto** o __grassetto__
  • collegamento:[testo](http://url.com/ "titolo")
  • immagine?![alt testo](/path/img.jpg "titolo")
  • elenco numerato: 1. Foo 2. Bar
  • per aggiungere un'interruzione di riga, aggiungi due spazi a fine riga e premi «Invio»
  • è supportato anche semplice HTML

Tag:

×98
×4

domanda posta: 19 Dic '13, 10:33

domanda visualizzata: 1,725 volte

ultimo aggiornamento: 01 Gen '14, 01:50

Chiedi è un servizio di supporto gestito da Ubuntu-it. Contattaci!

powered by OSQAPostgreSQL database
Ubuntu e Canonical sono marchi registrati da Canonical Ltd.