1
1

Ciao a tutti,
ho un computer vecchiotto di cui mi libererò a breve.
Sopra a questo computer però ci sono dati sensibili che non devono essere diffusi per nessun motivo. So che una normale formattazione non basta, quindi volevo chiedere qual'è il miglior strumento per cancellare i dati.

Grazie,
R.

chiesto 20 Ago '13, 16:43

rpadovani's gravatar image

rpadovani ♦♦
3.1k51351


Puoi usare dd

 dd if=/dev/zero of=/dev/sda

Naturalmente al posto di sda metti il nome dell'hard disk del pc (che molto probabilmente sarà sda). Questo procedimento sovrascrive con degli zeri i dati presenti dell'hard disk. Se vuoi essere sicuro che i dati siano impossibili da recuperare usando anche programmi sofisticati ti consiglio di ripetere la procedura un paio di volte (anche se, in base alla capacità dell'hd, può essere abbastanza lunga).

coll. permanente

ha risposto 20 Ago '13, 16:53

nico's gravatar image

nico
9833416

modificato 20 Ago '13, 17:05

rpadovani's gravatar image

rpadovani ♦♦
3.1k51351

Grazie mille, mi pare un'ottima idea :)

Ciao,
R.

(20 Ago '13, 17:05) rpadovani ♦♦ rpadovani's gravatar image
1

sarà un'operazione moooolto lunga. non serve assolutamente farla due volte. (su zero puo scrivere solo zero )

(20 Ago '13, 17:11) dxgiusti dxgiusti's gravatar image
2

In effetti può andar bene per scoraggiare il recupero dei dati con i tool in uso dall'utenza comune (recuva della pirform credo sia uno di questi, per il suo utilizzo due clic sono sufficienti). Questo non esclude la possibilità di recupero per mezzo di strumenti più sofisticati come dice @enzotib La scelta credo dipenda dal tipo di dati che si voglio tutelare e dal livello di paranoia :-)

(20 Ago '13, 17:37) giuseppeterrasi ♦♦ giuseppeterrasi's gravatar image

Non devo nascondere niente di illegale e non sono paranoico, quindi mi accontento del dd :)

(20 Ago '13, 17:49) rpadovani ♦♦ rpadovani's gravatar image

Fai come me che qualche anno fa ho avuto la brillante idea di posare per un attimo un hd davanti a una grande cassa acustica, non c'era più l'ombra di un dato

(20 Ago '13, 18:07) agric agric's gravatar image

Aggiungo che un altro buon metodo è utilizzare /dev/random invece di /dev/zero, in questo modo si sovrascrive con dati del tutto casuali che rendono ancora più complesso un eventuale recupero.

(20 Ago '13, 18:15) Marco Marco's gravatar image

Il semplice dd non è sufficiente, una eventuale indagine forense può riuscire a recuperare almeno in parte i dati.
A questo scopo sono nate diverse applicazioni specifiche che elenco di seguito:

  • dcfldd - enhanced version of dd for forensics and security
  • nwipe - Utility to securely erase disks
  • wipe - Secure file deletion


Un elenco più completo e qualche spiegazione si possono trovare su wikipedia:


coll. permanente

ha risposto 20 Ago '13, 17:19

enzotib's gravatar image

enzotib ♦♦
14.0k112186

modificato 20 Ago '13, 17:50

Lo avevo letto tempo fa quando, in seguito all'annuncio del rilascio di una nuova versione di Deft, avevo cercato informazioni sulla informatica forense. Mi interesserebbe sapere come fanno, ma d'altronde non credo che sia un'argomento alla portata di tutti (ne sopratutto alla mia).

(20 Ago '13, 17:34) nico nico's gravatar image

Beh, è semplice! Se non vuoi che qualcuno recuperi i dati puoi fare in due modi (fisici si intende):

  1. smontare l'hard disk e togliere il disco magnetico dove vengono memorizzati i dati, e poi usare un magnete per smagnetizzarlo e poi rompere il disco in tantissimi parti;
  2. smagnetizzare il disco e poi distruggere l'hard disk, dovrebbe essere sufficiente.

spero di essere stato utile.

coll. permanente

ha risposto 10 Set '13, 10:10

alessio-sacchetto's gravatar image

alessio-sacc...
70229

modificato 10 Set '13, 10:19

enzotib's gravatar image

enzotib ♦♦
14.0k112186

In pratica però, al limite se il disco è in buono stato,potresti disfarti del vecchio pc,ma recuperare l'hardisk,chissà che ti possa essere ancora utile .

(10 Set '13, 11:34) Webber Webber's gravatar image

Se la distruzione dei dati è lo scopo principale e vitale, penso che togliere il disco rigido, estrarne i supporti magnetici e fonderli (non occorrono temperature particolarmente alte, il supporto è assai sottile, può bastare un semplice becco Bunsen) fino a ridurli una sferetta di metallo potrebbe bastare. Ci sarebbero sistemi ancora più radicali ma sfiorano il ridicolo quindi non li citerò. Altrimenti, realisticamente, estrarre il disco, sostituirlo con uno nuovo e conservarlo presso di sé come un disco di riserva è meno cruento e abbastanza sicuro.

coll. permanente

ha risposto 30 Set '13, 22:43

onoriam's gravatar image

onoriam
302

La tua risposta
abilita/disabilita anteprima

Segui questa domanda

Via email:

Una volta eseguito l'accesso potrai iscriverti a tutti gli aggiornamenti qui

Via RSS:

Risposte

Risposte e commenti

Basi di markdown

  • *corsivo* o __corsivo__
  • **grassetto** o __grassetto__
  • collegamento:[testo](http://url.com/ "titolo")
  • immagine?![alt testo](/path/img.jpg "titolo")
  • elenco numerato: 1. Foo 2. Bar
  • per aggiungere un'interruzione di riga, aggiungi due spazi a fine riga e premi «Invio»
  • è supportato anche semplice HTML

Tag:

×95
×20

domanda posta: 20 Ago '13, 16:43

domanda visualizzata: 1,990 volte

ultimo aggiornamento: 30 Set '13, 22:43

Chiedi è un servizio di supporto gestito da Ubuntu-it. Contattaci!

powered by OSQAPostgreSQL database
Ubuntu e Canonical sono marchi registrati da Canonical Ltd.